I vantaggi economici ed ambientali della generazione di calore con pompe di calore rispetto ai sistemi di combustibili fossili sono significativi solo se i sistemi sono stati attentamente pianificati e installati, e quindi correttamente gestiti. In particolare, il dimensionamento dei sistemi a pompa di calore rappresenta una sfida più grande. Gli errori sono più gravi rispetto ai sistemi di riscaldamento tradizionali come i riscaldatori di petrolio e gas.

Domanda di riscaldamento totale e carico di riscaldamento

Un sistema di distribuzione del calore fuori posto degrada l'efficienza della pompa di calore e ne riduce la durata. Gli errori sono difficili da risolvere. Per il dimensionamento della potenza della pompa di calore, è quindi importante determinare la richiesta di riscaldamento totale e il carico di riscaldamento dell'edificio. I calcoli devono essere eseguiti secondo le ultime norme valide in ciascun paese. In Germania si applica la norma DIN EN 12831.

La richiesta di riscaldamento specifica per metro quadro di spazio abitativo dipende dalla costruzione dell'edificio

  • Casa passiva                                                                                                                      0.015 kW / m²
  • Nuova costruzione secondo ENEV                                                                             0.04 kW / m²
  • Nuova costruzione con isolamento termico standard                                          0.06 kW / m²
  • Vecchio edificio ristrutturato con o nuova costruzione senza isolamento termico 0.08 kW / m²
  • Vecchio edificio senza isolamento termico                                                              0.12 kW / m²

La formula per calcolare la domanda di riscaldamento dell'edificio è:>
Superficie abitabile [m²] × fabbisogno specifico di riscaldamento [kW/m²] = fabbisogno di riscaldamento dell'edificio [kW]

carico di riscaldamento: anche il carico di riscaldamento di un edificio è calcolato secondo la norma DIN 12831, ma non deve essere confuso con la domanda di riscaldamento totale. Il carico di riscaldamento di un edificio indica la potenza che un sistema di riscaldamento deve fornire per raggiungere la temperatura ambiente desiderata nel gelo.

  • Domanda di riscaldamento totale = energia / consumo
  • Carico termico = potenza del riscaldatore

Per determinare il carico di riscaldamento, viene presa in considerazione la situazione climatica ed è inclusa sotto forma di temperature standard per le rispettive regioni.

Molto spesso, viene omesso un calcolo del carico di riscaldamento e della richiesta di riscaldamento totale e possono essere scelte pompe di calore più grandi per consentire un margine di sicurezza. Non di rado, la pompa di calore è quindi più del 50% più grande del necessario. Ciò ha un impatto negativo sulla durata del compressore. Soprattutto nel periodo di transizione, vale a dire in primavera e in autunno, un compressore troppo grande porta al cosiddetto "clocking", cioè a tempi di esecuzione frequenti ma brevi, che provocano un'usura più rapida e una maggiore suscettibilità al guasto. Se la potenza è troppo bassa, il riscaldatore elettrico ha spesso bisogno di riscaldarsi direttamente. Ciò consuma molta elettricità.

La certificazione fornisce dati accurati sulle prestazioni

Anche se la domanda totale prevista di un edificio e, soprattutto, l'esatto carico di riscaldamento richiesto sono stati determinati da un consulente energetico, un ingegnere strutturale o un installatore, le informazioni imprecise del produttore possono ancora rappresentare un problema. La certificazione è quindi l'unica via per escludere questa fonte di errore e beneficiare dei maggiori vantaggi economici ed ecologici delle pompe di calore. Ad esempio, la certificazione europea per le pompe di calore della certificazione Eurovent Certita garantisce che tutti i prodotti sono testati secondo la stessa procedura. I test sono eseguiti da terze parti in condizioni identiche rigorosamente definite. Pertanto, i controlli di fabbrica soddisfano tutti i requisiti di competenza, imparzialità e indipendenza.