Il comfort estivo sta diventando sempre più una preoccupazione per i progettisti di casa ed i loro residenti. Nuovi edifici, spesso progettati per limitare gli ingressi di calore attraverso soluzioni passive, riducono le esigenze di riscaldamento. Ma il problema del raffreddamento persiste. Alcuni modi per rimediare a questo inconveniente sono illustrati qui di seguito.

Se il modo più evidente per raffreddare una dimora è impedire che il calore entri, nella realtà è un pò più complicato. Infatti, molte costruzioni recenti non hanno una protezione efficace contro il calore, perché spesso hanno grandi finestre o non hanno otturatori o persiane. Tuttavia degli sforzi sono compiuti su questo punto e consentono di implementare soluzioni passive durante la progettazione. L'orientamento della casa, in particolare, è un fattore importante da tenere in considerazione, soprattutto per la distribuzione delle aperture. Anche la progettazione delle superfici smaltate deve essere attentamente presa in considerazione, perchè attraverso di esse arriva 2/3 del calore realizzato in estate e la loro protezione per evitare il surriscaldamento estivo, limitare le perdite invernali, assicurare una buona ventilazione e fornire luce sufficiente per limitare l'illuminazione artificiale. Le protezioni esterne sembrano essere le più efficaci: tende avvolgibili, tende da sole, otturatori da sole, tende o persino sfumature solari *.

In un edificio ad alto isolamento termico, limitare gli ingressi di calore interni non è semplice: devono essere evacuati. Un modo semplice per abbassare la temperatura all'interno dell'abitazione in estate è la sovra-ventilazione notturna. Aprendo le finestre di notte, la modellazione dinamica mostra che con un flusso di 3 vol./h il comfort estivo è perfettamente gestibile e evita periodi di surriscaldamento troppo lunghi **. Questi sistemi possono essere automatizzati.

Pensare alla ventilazione prima che all'aria condizionata

Se tutte queste misure non sono sufficienti per fornire un buon livello di comfort estivo agli occupanti dell'abitazione, occorre prevedere sistemi attivi. Partendo dalla ventilazione, prima di pensare all'aria condizionata. Le soluzioni?
- Tipo di flusso singolo (flusso modulato in funzione del contenuto di umidità esterna e interna) in regioni temperate e di tipo a doppio flusso con recupero energetico in regioni più fredde. Una vecchia soluzione, il pozzo provenzale, può anche abbassare la temperatura interna di pochi gradi: un condotto interrato a due metri di profondità porta il ricambio dell'aria in casa. Questo viene rinfrescato dal suo passaggio nel terreno, più fresco dell'aria esterna.
Dal punto di vista normativo, se la RT 2012 non vieta l'aria condizionata finché la costruzione è al di sotto di un livello di riferimento conosciuto come Cep (consommation conventionnelle d'énergie primaire) che limita i 5 usi di riscaldamento, climatizzazione, acqua calda, illuminazione e ausiliari elettrici, penalizza il loro utilizzo per gli alloggi nella maggior parte delle regioni. Il consumo energetico richiesto per l'aria condizionata degli edifici viene ora considerato nel calcolo regolatore.

Le pompe di calore hanno il vento in poppa

I sistemi di produzione a freddo devono quindi essere accuratamente scelti. Combinandoli con protezione solare, buona aerazione e alcune pratiche di buon senso, è possibile limitare la loro potenza e la loro durata d'uso. Esempi di sistemi adatti all'uso domestico comprendono soluzioni di riscaldamento a pavimento riscaldate accoppiate con riscaldatori reversibili aria/acqua o aria/aria pompa di calore (PAC). Questo sistema di produzione di calore in inverno e di raffreddamento in estate è particolarmente virtuoso in quanto utilizza in media un terzo dell'elettricità e due terzi di energia rinnovabile (aria, acqua, suolo...) e ha ottimi coefficienti di prestazione. Gli impianti di climatizzazione "Direct expansion" usano direttamente il refrigerante per evacuare le calorie verso l'esterno e per trasmetterle all'interno delle stanze da climatizzare. Possono alimentare trasmettitori a muro o console. In alternativa: sistemi di climatizzazione. L'unità di produzione esterna è quindi associata a emettitori del tipo di condotto e implementa una distribuzione dell'aria attraverso registri motorizzati.

Secondo le cifre del mercato pubblicate nel 2016 da Uniclima (l'Unione delle Industrie Termiche, Aria e Refrigerazione), gli apparecchi che incorporano un PAC reversibile (= pompa di calore) sono sempre più diffusi per le nuove abitazioni. La certificazione Eurovent Certita attesta l'esecuzione di questi materiali attraverso diversi programmi di certificazione: condizionatori d'aria, impianti di produzione di acqua fredda e impianti di trattamento dell'aria residenziale.

Chiamare un professionista

Naturalmente l'installazione di questi materiali deve essere affidata a professionisti qualificati per lavorare sui circuiti di refrigerazione. I documenti "Rage" pubblicati dalla CSTB riuniscono le raccomandazioni professionali per ciascuna soluzione. Tutti questi elementi permettono di affrontare alcune difficoltà tecniche che possono sorgere: il rischio di condensa per i pavimenti di riscaldamento e raffreddamento, l'evacuazione di condensa, la scelta del refrigerante o tenendo conto dell'acustica.
Una buona progettazione garantirà inoltre un efficace mantenimento e manutenzione

I sistemi di climatizzazione e le pompe di calore inverse con capacità di raffreddamento superiore a 12 kW sono sottoposte ad obbligo di ispezione almeno una volta ogni cinque anni su iniziativa del proprietario o del sindacato condominiale dell'edificio. Inoltre, ogni anno deve essere effettuata una prova di perdita del circuito di refrigerazione. Per ridurre le perdite dei condizionatori d'aria e ridurre le emissioni di gas a effetto serra, può essere inclusa come parte di un contratto di manutenzione preventiva firmato con l'installatore dell'apparecchiatura.

 

* "Caldo all'esterno, fresco dentro - Comfort estivo", Ademe, gennaio 2011.
** "T 18 Informazioni Tecniche", Mutuelle des Architectes assurance, febbraio 2013.